CORSI DI METROLOGIA INDUSTRIALE

NOVITA’ 2020: Metrologia start

La metrologia in azienda. L’incertezza di misura nella valutazione di conformità di un prodotto. Le principali strumentazioni dimensionali a supporto del controllo del prodotto o del processo. Cenni su altra tipologia di strumentazione (manometri, termometri, chiavi dinamometriche, etc..). La registrazione dei dati di misura e la loro analisi. Test finale per verifica apprendimento e/o qualifica.

NOVITA’ 2020: Tolleranze geometriche

Le tolleranze geometriche presenti a disegno. Tolleranze di forma, orientamento, posizionamento ed oscillazione. I sistemi di riferimento e la loro corretta costruzione. Esempi pratici mediante analisi di disegni tecnici e discussione in aula dei requisiti in essi presenti.

Metrologia di base.

Introduzione ai principi della metrologia industriale applicata al controllo qualità aziendale. Termini e definizioni (misurando, valore stimato, misura, etc.), le unità di misura, le regole di scrittura, la riferibilità delle misurazioni, il sistema nazionale di taratura, il certificato di taratura, la conferma metrologica, il concetto di ripetibilità, il concetto di riproducibilità, cenni sull’incertezza di misura, la valutazione di conformità in presenza di incertezza, cenni sulla principale strumentazione di collaudo in azienda. Esercitazioni pratiche e test finale.

Disegno tecnico industriale.

Le normative vigenti riguardanti la stesura/lettura del disegno tecnico industriale. Il layout di un disegno (dimensione dei fogli, cartiglio, piegatura), le scale di rappresentazione, tipi di linee, i metodi di proiezione, viste ribaltate, sezioni e tagli, rappresentazione della quotatura. Esercitazioni pratiche e test finale.

Durata: 8 ore

SPC: Statistical Process Control.

Introduzione al controllo statistico di processo e descrizione dei principali indicatori. Cenni storici sull’introduzione del controllo statistico nel processo aziendale. Il concetto di “popolazione” e di “campione”, le modalità di campionamento, cenni di statistica (media, range, varianza, scarto tipo, etc.), cause casuali e speciali, le distribuzioni di dati, i sette strumenti (diagramma causa effetto, carte di controllo, schede di registrazione, istogramma, etc.), gli indicatori di processo (Cp e Cpk). Esercitazioni pratiche e test finale.

Durata: 8 ore

Strumenti e campioni dell’area collaudo.

Descrizione della strumentazione presente nell’area collaudo aziendale e dei principi di gestione della stessa in termini di uso, manutenzione e taratura. La scelta dello strumento di misura, la definizione di un corretto parco strumenti aziendale, le tipologie di strumenti (a lettura, per attributi, mezzi di controllo specifici), test per verifica adeguatezza strumento, la procedura di taratura, esempi di procedure nel campo di strumenti dimensionali (calibro, micrometro, comparatore), la conferma metrologica nel sistema qualità aziendale. Esercitazioni pratiche e test finale.

Durata: 8 ore

Strumenti e campioni per misurazioni 2D e 3D.

Introduzione all’utilizzo di strumentazione avanzata per l’analisi dimensionale di profili 2D e geometrie tridimensionali. Il passaggio dal collaudo monodimensionale (strumenti da banco) alle verifiche bi/tridimensionali. I sistemi di misura bidimensionale (proiettore, profilometro, macchina ottica). Allineamento ed azzeramento di un profilo, estrazione di elementi geometrici (linee, cerchi, punti), collegamento tra elementi geometrici (intersezioni, simmetrie, proiezioni). I sistemi di misura tridimensionale (CMM, braccio di misura, sistemi ottici 3D). Allineamento geometrico tridimensionale, estrazione elementi nello spazio, la corretta strategia di misura.
Esercitazioni pratiche e test finale.

Durata: 8 ore

Specifiche geometriche di prodotto GPS-I (introduzione):

Introduzione alle specifiche geometriche di prodotto presenti a disegno (le tolleranze dimensionali e cenni sulle tolleranze geometriche). Gli errori dimensionali nei componenti, le specifiche dimensionali a disegno, il sistema ISO di tolleranze dimensionali negli accoppiamenti meccanici, le tolleranze dimensionali generali. Introduzione alle tolleranze geometriche, gli errori geometrici nei componenti, i riferimenti nel disegno meccanico, le tolleranze geometriche di forma (cenni), le tolleranze geometriche di posizione (cenni), le tolleranze geometriche di orientamento (cenni). Le tolleranze geometriche generali (cenni). Esercitazioni pratiche e test finale.

Durata: 8 ore

Specifiche geometriche di prodotto GPS-II (approfondimento):

Approfondimento sulle tolleranze geometriche presenti a disegno e sulla loro verifica a anche a mezzo di modelli CAD di riferimento. I sistemi di riferimento complessi, tolleranze geometriche di forma (planarità, circolarità, rettilineità, cilindricità), posizione (localizzazione, simmetria,concentricità), orientamento (ortogonalità, parallelismo, inclinazione), oscillazione (radiale,assiale), forma qualunque (forma profilo e forma superficie. Cenni sugli errori microgeometrici (rugosità superficiale), descrizione dei principali parametri di analisi superficiale. Esercitazioni pratiche e test finale.

Durata: 8 ore

Specifiche geometriche di prodotto GPS-III (avanzato):

Introduzione alle tecniche di specificazione geometrica avanzata (riferimenti parziali, modificatori, analisi scostamenti 3D). I sistemi di riferimento basati su riferimenti parziali (RPS, Best Fit). Applicazione dei principali modificatori alle tolleranze geometriche (condizione di inviluppo, principio del massimo materiale, principio di minimo materiale). Tecniche di verifica mediante modello CAD ed analisi degli scostamenti per determinare le componenti di deformazione. Analisi di case study aziendali (anche portati dai partecipanti il corso). Esercitazioni pratiche e test finale.

Durata: 8 ore

La rugosità superficiale:

Introduzione alla caratterizzazione microgeometrica della superficie (rugosità) e descrizione dei parametri di analisi (sia in termini di ampiezza che di lunghezza d’onda). Introduzione alla rugosità superficiale, principali campi di applicazione delle specifiche di rugosità. Il profilo primario ed il profilo di rugosità. La lunghezza di campionamento e la lunghezza di misura. I principali parametri di ampiezza (Ra, Rz, etc.), i principali parametri di lunghezza d’onda (Rsm, etc.), altri parametri (Rsk, Rku, etc.), i simboli grafici di rappresentazione a disegno, le procedure di misurazione, classificazione degli strumenti di misura, classificazione dei campioni per la verifica/taratura. Esercitazioni pratiche e test finale.

Durata: 8 ore

MSA (Measurement System Analysis):

Categorie dei più comuni errori di misurazione; Il processo di misurazione e le fonti di variabilità; Pianificazione e studio dei sistemi di misurazione; Stabilità; Linearità; Ripetibilità; Riproducibilità; Gage R&R; Sistemi di misurazione per attributi; Panoramica delle applicazioni organizzative e delle categorie di variazione del sistema di misura.

Durata: 8 ore

Workshop Metrologia:

I principi della metrologia industriale. Cosa significa misurare e perché si misura. Scelta del corretto strumento di misura. Il concetto di ripetibilità, riproducibilità ed incertezza. Descrizione dei principali strumenti utilizzati in ambito controllo di produzione. Esercitazioni pratiche su componenti reali mediante l’utilizzo di strumentazione manuale (calibri, micrometri, comparatori, etc.) con test di riproducibilità tra operatori e confronto tra tecniche differenti.

La nuova ISO 1101:2017, come si aggiorna l’indicazione a disegno delle tolleranze geometriche:

Lo schema ISO di tolleranze. Introduzione alle tolleranze geometriche attualmente presenti a disegno. Analisi di alcuni schemi di quotatura per valutare la corretta specificazione degli errori geometrici. La struttura dei riferimenti a disegno: dal singolo datum, alla creazione di sistemi di riferimento complessi nella valutazione di tolleranze geometriche. I nuovi operatori di specifica: minimi quadrati, massimo inscritto, minimo circoscritto, etc. La gestione avanzata della zona di tolleranza: zona combinata, zona con offset, etc. Indicatori ausiliari di proiezione: come indicare la direzione del piano di intersezione, come indicare la direzione del piano di proiezione. Analisi di alcuni esempi di quotatura presenti all’interno della normativa.

La Tomografia industriale:

Principio fisico generale: RX e CT. Metodologia e campi di applicazione. La CT per: metrologia, difettologia, analisi dei componenti, reverse engineering. Risoluzione e precisione della tecnologia. Esempi di applicazione nei settori della progettazione, fonderia leghe leggere, polimeri, elettronica. Prova pratica in laboratorio.

Durata: 8 ore

Per informazioni sui costi e qualsiasi ulteriore informazione vi invitiamo a contattarci al numero 0429.781280 oppure scriverci all’indirizzo formazione@unigroup.it .

 SCARICA IL PDF DELL’OFFERTA FORMATIVA >>