Macchina di Misura a Coordinate (CMM)

    CMM Zeiss Prismo 7, con testa Vast a scansione continua CMM Zeiss Prismo 7, con testa Vast a scansione continua

    Introdotte alla fine degli anni 50, le macchine di misura a coordinate sono state inizialmente utilizzate, come altri sistemi di controllo più tradizionali, per una verifica manuale della geometria e delle dimensioni di parti meccaniche. Con l' evolversi del controllo numerico e dei sistemi di produzione flessibili, la diffusione delle macchine di misura ha conosciuto un notevole incremento come sistemi flessibili per l' assicurazione della qualità del prodotto e il monitoraggio del processo produttivo.

    Una Macchina di Misura a Coordinate (Coordinate Measuring Machine - CMM) è un robot cartesiano che permette la movimentazione di una sonda (end effector) per l’ ispezione dimensionale e geometrica di manufatti. E’ quindi un sistema di misura avente dai tre ai sei assi di movimentazione generalmente a controllo numerico, ciascuno in grado di fornire una accurata misura di posizione. L' ispezione dimensionale di un oggetto contenuto nel volume di lavoro della macchina si realizza attraverso la movimentazione di un sensore in grado di rilevare un insieme di punti appartenenti alle superfici dell'oggetto. Attraverso la collezione delle coordinate di posizione dei punti rilevati e la loro successiva elaborazione software, è possibile ricostruire una rappresentazione matematica delle superfici dell’ oggetto per utilizzarla nella valutazione delle tolleranze dimensionali e geometriche imposte sull’ oggetto stesso.

    Una CMM è fondamentalmente caratterizzata da una elevata flessibilità, essendo in grado di effettuare una elevata varietà di misurazioni dimensionali e geometriche senza necessariamente aggiungere o modificare gli utensili. Al variare della produzione, compatibilmente con i requisiti dimensionali e di accuratezza richiesti, la stessa CMM può essere utilizzata, nella versione a controllo numerico, semplicemente modificandone il programma software di controllo.

    Da alcuni anni, inoltre, le CMM stanno assumendo notevole importanza in nuove applicazione di integrazione con i sistemi CAD/CAM, note come applicazioni di Reverse Engineering. Una macchina di misura a coordinate può infatti essere utilizzata per rilevare per punti superfici prototipali incognite caratterizzate anche da una notevole complessità; l' invio di tali punti misurati ad un sistema CAD permette la generazione del modello matematico di forme geometriche non conosciute e, quindi, di ottenere un modello geometrico adeguato e utilizzabile in altre applicazioni, ad esempio in sistemi CAM per la definizione del processo di ottenimento delle superfici stesse.

    Unilab

    Unilab - Monselice
    Via Umbria, 22 - 35043 Monselice (PD)
    Tel. 0429.781280
    Fax. 0429.784527

    Unilab - Rovigo
    Sede di Ceregnano (RO)
    Via Trieste, 906 - 45010 Ceregnano (RO)
    Tel. 0425.476834

    Iscrizione alla Newsletter

    Unilab© 2017 Unilab - Registro imprese: 2010 - REA PD 396611 | N. Camera di Commercio di PD: 03314040274 | N. Partita iva: 03314040274